Vai alla home page di Asl2    campagna antinfluenzale
  mappa help contatti pec  link utili posta aziendale telefono  
 cerca
Freccia Sportelli
Freccia Tempi di attesa
Freccia Esenzione ticket
Freccia Libera professione intramuraria - ricerca

Tempi d'attesa delle prestazioni specialistiche e diagnostiche

Ultimo aggiornamento: 3 dicembre 2018

Pubblicazione e affisione

I tempi di attesa, degli esami e delle visite mediche specialistiche nelle strutture di ASL 2 Savonese e rilevati mensilmente con procedura informatizzata dal sistema CUP, si possono consultare al seguente link:

tempi di attesa - estrazione al 15 novembre 2018

e con affissione nelle sale d’attesa dei CUP aziendali. Il monitoraggio periodico sui tempi d’attesa rilevato da Regione Liguria, si può consultare al link:

www.alisa.liguria.it

alla voce "Tempi d’attesa".

Priorità cliniche

Il report aziendale dei tempi di attesa indica i giorni di attesa rispetto al primo posto disponibile tra tutte le sedi aziendali che erogano la prestazione e sono riferiti ai codici di priorità che i medici prescrittori indicano sulla prescrizione come previsto dal Piano Aziendale Governo Liste di Attesa (PAGLA) nella delibera n. 678 del 20/07/2011, che prevede la prescrizione e la prenotazione secondo le seguenti priorità cliniche basate sul Modello RAO:

  • Codice U URGENTE: da garantire entro un massimo di 3 giorni, tale urgenza deve essere gestite tra medico prescrittore e medico della Struttura che eroga la prestazione, quindi non dal CUP;
  • Codice B Urgenza BREVE - Può essere eseguita entro 10 gg dalla data del  contatto allo sportello;
  • Codice D Modalità DIFFERITA – Rappresenta la prassi per le valutazioni dei nuovi casi clinici: può essere eseguita entro 30 gg per le prime visite e 60 gg per le prestazioni strumentali,  dalla data del  contatto allo sportello;
  • Codice P Modalità PROGRAMMATA – Rappresenta la modalità di effettuazione dei controlli periodici e può essere eseguita entro un arco temporale di 365 giorni dalla data del contatto  allo sportello. Nel caso in cui il medico non abbia indicato la priorità in ricetta la prestazione è considerata in modalità P.

Le priorità cliniche  sono indicate in ricetta e sono riferite al grado di criticità legato allo stato di salute del paziente. Come previsto dal suddetto PAGLA l’ASL deve garantire il rispetto dei tempi previsti dalle priorità cliniche per almeno il 90% delle richieste.
Le prime visite sono prestazioni che consentono all’utente di affrontare per la prima volta il percorso diagnostico terapeutico .  Definiscono  il problema del paziente tale da motivare il suo ricorso alla struttura ambulatoriale specialistica ed in cui viene predisposta una documentazione specifica scritta.
Le visite successive definite "brevi" sono visite in cui viene rivalutato il paziente  indipendentemente dal tempo trascorso dalla prima visita.
Le visite di controllo sono sempre successive alla prima in pazienti con patologia cronica.
Gli esami strumentali possono essere divisi in:

  • Primo livello  richiesti dal MMG o Specialista;
  • Secondo livello a seguito di una presa in carico del paziente da parte dello Specialista di riferimento, compresi esami o visite in Follow up.

Servizio back office

Nei casi residuali, dove si rilevano criticità alla prenotazione legate al soddisfacimento della  priorità indicata in ricetta o alla tipologia di prestazione prescritta,  è attivo un servizio di Back office.
In tali casi l’operatore allo sportello effettua la fotocopia della richiesta e il cittadino viene contattato per comunicare la data dell’appuntamento.
Per le prestazioni non erogate da ASL 2, il cittadino viene invitato a rivolgersi al call center regionale al n. verde 800 098543 dal lunedì  al venerdì dalle 08.00 alle 18.00, in quanto tale procedura consente di prenotare la prestazione presso altra ASL regionale, oppure viene indirizzato al medico prescrittore per una rivalutazione.