contatti112 numero unico emergenzaChiama il numero verde del CUP 800098543 - numero unico prenitazioni telefoniche

Pubblicate informazioni in merito alla ricezione del procedimento sanzionatorio dell'Agenzia delle Entrate

Ti è stato comunicato avvio di procedimento sanzionatorio e vuoi chiederne la sospensione? 

L'Agenzia delle Entrate-Riscossione (ADER) ha avviato il procedimento sanzionatorio per l’inosservanza dell’obbligo vaccinale anti-Covid19 previsto per gli over 50. La sanzione amministrativa pecuniaria di euro cento si applica in caso di:

  • soggetti che alla data del 1° febbraio 2022 non abbiano iniziato il ciclo vaccinale primario;
  • soggetti che a decorrere dal 1° febbraio 2022 non abbiano effettuato la dose di completamento del ciclo vaccinale primario nel rispetto delle indicazioni e nei termini previsti (entro 42 giorni dalla prima dose);
  • soggetti che a decorrere dal 1° febbraio 2022 non abbiano effettuato la dose di richiamo successiva al ciclo vaccinale primario entro i termini di validità delle certificazioni verdi COVID-19 previsti dall'articolo 9, comma 3, del decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 giugno 2021, n. 87 (180 giorni). 

Coloro i quali, dopo aver ricevuto comunicazione dall’ADER, vogliano richiedere differimento o esenzione dall’obbligo vaccinale per non incorrere in sanzioni devono inviare all'indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. i seguenti documenti:

  • copia di documento di identità;
  • copia della comunicazione di avvio procedimento sanzionatorio;
  • documentazione da valutare ai fini della sospensione del procedimento. 

L’ASL2 Savonese si occuperà di trasmettere all’ADER l’attestazione di esclusione dall’obbligo vaccinale. La stessa non è responsabile del procedimento sanzionatorio; coloro che intendono opporsi alla sanzione possono rivolgersi al Giudice di Pace entro i termini previsti dalla normativa a partire dal ricevimento dell’avviso di addebito da parte di ADER.

Nel caso in cui la S.C. Igiene e Sanità Pubblica sia già stata interpellata in passato, e non sia stata fornita esenzione alla vaccinazione, non è opportuno inviare nuovamente la documentazione. 

Si ricorda che i cittadini richiedenti dovranno altresì dare notizia all’ADER dell’avvenuta trasmissione della certificazione all’ASL2 Savonese, utilizzando apposito servizio disponibile nell’area riservata del sito dell’Agenzia.

Quali sono i casi in cui è possibile richiedere esenzione? 

Il Ministero della salute, comunicato ai soggetti inadempienti l'avvio del procedimento sanzionatorio, indica ai destinatari il termine perentorio di dieci giorni dalla ricezione per comunicare all'Azienda sanitaria locale competente per territorio l'eventuale certificazione relativa al differimento o all'esenzione dall'obbligo vaccinale, ovvero altra ragione di assoluta e oggettiva impossibilità. 

I documenti accettati sono:

  • certificato di differimento/esenzione (redatto ai sensi delle circolari del Ministero della Salute in materia di esenzione dalla vaccinazione anti SARS-CoV-2);
  • certificato di guarigione o referto di tampone positivo (se opportuno, sulla base delle circolari del Ministero della Salute);
  • certificato vaccinale aggiornato;
  • altra certificazione a supporto dell’assoluta e oggettiva impossibilità alla vaccinazione. 

Si ricorda che non esonerano dall’obbligo vaccinale:

  • test sierologici (titolo anticorpale anti SARS-CoV-2);
  • documentazione non sanitaria. 

Per maggiori informazioni, consultare: https://www.agenziaentrateriscossione.gov.it/it/Per-saperne-di-piu/inosservanza-dellobbligo-vaccinale-procedimento-sanzionatorio-/

torna all'inizio del contenuto