contatti112 numero unico emergenzaChiama il numero verde del CUP 800098543 - numero unico prenitazioni telefoniche

A chi è destinato il servizio

Agli Operatori del Settore Alimentare che intendono spedire partite di alimenti di origine animale verso Paesi Terzi che richiedono certificazioni sanitarie di accompagnamento.

Come procedere

  • Presentare richiesta di controllo sanitario ed il conseguente rilascio di certificazione sanitaria per l’esportazione in Paesi Terzi di alimenti di origine animale agli uffici dei Distretti Territoriali della S.C. Igiene degli Alimenti di Origine Animale riportati, con congruo anticipo rispetto alla data della prevista spedizione del prodotto utilizzando il modulo allegato debitamente compilato in tutte le sue parti (Richiesta di certificazione per l’esportazione di prodotti di origine animale - MODU 129)
  • Allegare alla richiesta la ricevuta di avvenuto versamento del contributo dovuto ai sensi del tariffario regionale vigente (codice 12) e versato secondo le seguenti modalità:
    • versamento sul c.c. postale n. 12238192  o bonifico su IBAN n. IT 19 J 07601 10600 000012238192
      • intestato a “A.S.L. 2 Sistema Sanitario Regione Liguria Servizio Tesoreria Attività Commerciali e Assimilate – S.U.A.P. Piazzale Amburgo 1 17100 – Savona”
      • causale del versamento: “Richiesta Certificato di Esportazione Alimenti di Origine Animale”
      • importo da versare: consultare tariffario aggiornato
  • Presentare, sulla base delle informazioni acquisite attraverso i propri canali commerciali, il modello di certificazione richiesta dal Paese Terzo di destinazione della merce, eventualmente precompilato nella parte di competenza. A tal fine si consigliano gli Operatori interessati a verificare preventivamente il modello di certificazione confacente alle proprie esigenze mediante consultazione del sito del Ministero della Salute (www.salute.gov.it, percorso: Sicurezza Alimentare – Modulistica Esportazione di alimenti – Certificati per l’esportazione) o mediante richiesta agli Organi Consolari del Paese Terzo

Azioni a seguire da parte della S.C. Igiene degli Alimenti di Origine Animale

Al ricevimento della richiesta di rilascio della certificazione sanitaria per l’esportazione il Veterinario Ufficiale ne valuta la completezza formale, si accerta, nei casi di esportazione di determinate tipologie di prodotti, che lo stabilimento, risulti inserito nelle speciali liste eventualmente previste dal paese terzo di destinazione, quindi si reca presso lo stabilimento per l’esecuzione di:

  • identificazione dei prodotti oggetto di esportazione;
  • controllo a campione delle condizioni igienico–sanitarie del prodotto oggetto di esportazione;
  • acquisizione, se necessario, di eventuale documentazione attestante la situazione epidemiologica e sanitaria della materia prima utilizzata per la produzione dell’alimento oggetto di certificazione;
  • apposizione, se richiesto dal paese di destinazione, di sigilli ufficiali sul container, sull'automezzo o sul contenitore.

Il Veterinario Ufficiale incaricato per l’emissione del certificato può non effettuare il sopralluogo preventivo presso lo stabilimento nel caso in cui tutte le informazioni sulla partita in esportazione siano già nella sua disponibilità.

A fronte dell’esito favorevole degli accertamenti previsti rilascia il certificato in due copie all'operatore richiedente

Tempi medi di risposta

entro 5 giorni dal ricevimento della richiesta

Modulistica utile

Norma di riferimento

  • Reg. (CE) n. 882/2004; Reg. (CE) n. 853/2004;  Reg. (CE) n. 854/2004.

torna all'inizio del contenuto