contatti112 numero unico emergenzaChiama il numero verde del CUP 800098543 - numero unico prenitazioni telefoniche

Il  procedimento amministrativo è l’insieme di atti susseguenti e diversi tra di loro che concorrono  alla formazione di un atto amministrativo unico, di una determinata fattispecie, la cui finalità è la produzione di effetti giuridici propri (concessioni, autorizzazioni, dinieghi, certificazioni ecc.).

I procedimenti  possono essere distinti in istanze “di parte” quando è il cittadino  che richiede l’emanazione di un provvedimento oppure d’ufficio.

Mentre fino agli anni novanta non era riconosciuto alcun diritto al cittadino relativamente al procedimento amministrativo, con l’entrata in vigore  della Legge  241 del 7 agosto 1990 (e seguenti modifiche ed integrazioni), norma che sancisce la trasparenza dell’attività della pubblica amministrazione, al cittadino si riconoscono alcuni diritti, tra cui:

  • CONCLUSIONE DEL PROCEDIMENTO : Se il procedimento  è conseguente ad una istanza del cittadino la Pubblica Amministrazione ha il dovere di concluderlo con un provvedimento  espresso
  • TERMINE DEL PROCEDIMENTO: se i termini del procedimento non sono previsti da atti interni, lo stesso si deve concludere in 30 giorni
  • MOTIVAZIONE DEL PROVVEDIMENTO: Ogni provvedimento amministrativo deve contenere la motivazione
  • RICORSO: tutti i  provvedimenti devono indicare il termine e l’autorità alla quale ricorrere
  • RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: ad ogni procedimento deve essere assegnato un responsabile. Il cittadino ha il diritto di conoscere il nominativo  del responsabile e l’unità   organizzativa che tratterà il procedimento

Per ciascuna tipologia di procedimento amministrativo  sono pubblicate:

  • una breve descrizione del procedimento con indicazione di tutti i riferimenti normativi utili;
  • il nome del responsabile del procedimento unitamente ai recapiti telefonici e alla casella di posta elettronica istituzionale;
  • il termine fissato per la conclusione del procedimento con l'adozione di un provvedimento espresso e ogni altro termine procedimentale rilevante;
  • gli strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale, riconosciuti dalla legge in favore dell'interessato, nei confronti del provvedimento finale;
  • le modalità per l’effettuazione dei pagamenti eventualmente necessari.

Gli importi dovuti per l’erogazione delle prestazioni erogate dalla S.C. Sanità animale  sono stabiliti dal Tariffario Regionale emanato con D.G.R. n. 1197 del 04/10/2013, modificato con D.G.R. n. 398 del 27/03/2015 nonché  dalla Deliberazione del Direttore Generale n 254

Sanità animale igiene degli allevamenti - monitoraggio

Documenti
    • Sanità animale igiene degli allevamenti - monitoraggio
      •  
         
         
         
      •  
         
         
         
      •  
         
         
         
      •  
         
         
         
      •  
         
         
         
      •  
         
         
         

torna all'inizio del contenuto